Abbiamo chiesto, avete risposto!

Qui a My Nametags ci impegniamo costantemente per comprendere al meglio i nostri clienti. Per questo motivo lo scorso aprile abbiamo deciso di condurre un sondaggio sugli oggetti smarriti e ritrovati.
Grazie alle tantissime risposte ricevute, abbiamo scoperto risultati sorprendenti, abbiamo letto storie divertenti e persino ricevuto qualche encomio per quando proprio le etichette My Nametags si sono rivelate salvifiche – tanti tra i nostri clienti si sono visti restituire i propri oggetti smarriti grazie a un’etichetta!
“Libri scolastici”, “maglioni”, “grembiuli” e “cancelleria” hanno riempito la lista degli oggetti più comunemente smarriti, e se questo non suona nuovo ad alcun genitore là fuori, ci sono state parecchie sorprese tra i risultati del sondaggio.
Qualcuno è davvero riuscito a perdere “un seggiolone”: incredibile ma vero.
Tra gli altri inusuali oggetti perduti abbiamo trovato “un respiratore”, delle “ali da fata”, e una “automobile nel parcheggio”!
lost shoelost keys

Una partecipante ha spiegato come l’amatissimo regalo di compleanno del suo bambino, un Nintendo DS, sia stato smarrito mentre la famiglia era in vacanza, e pernottava in un albergo.
Inoltre, il videogioco preferito del bambino – Mario Kart 7 – si trovava proprio all’interno della console! Dopo aver chiamato insistentemente l’hotel durante le settimane seguenti la partenza, stavano ormai perdendo le speranze che il Nintendo venisse restituito. Finché un giorno, a distanza di 7 settimane, hanno ricevuto una telefonata da una ditta di lenzuola: il Nintendo era stato trovato in una pila di biancheria da letto!
La cliente ha spiegato come questo avvenimento l’abbia colta assolutamente di sorpresa, e come raccontare questa storia non sarebbe stato possibile senza l’aiuto delle etichette My Nametags e l’onestà della persona coinvolta.

Siamo fieri di leggere storie come questa, in cui le cose più preziose s’imbarcano in avventurosi viaggi in solitaria per poi essere miracolosamente ritrovate e restituite ai loro legittimi proprietari, grazie alla bontà di altre persone.
Incoraggiamo tutti a ricordare di fare una cosa estremamente semplice – apporre una etichetta colorata sui propri oggetti più importanti, siano essi “occhiali”, “caricabatteria” o “videocamera”, oppure il “casco” dei vostri bambini, o la loro “aureola da angelo”. Probabilmente non “la dentiera della nonna”, riteniamo che proprio quella stia bene senza etichetta… 😉

Leave a reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>